Adottato il regolamento Anpil da tutti i comuni della Val d

Obiettivo dell’atto salvaguardare l’ambiente pensando allo “sviluppo sostenibile”.

Nella seduta dellultimo Consiglio comunale (sabato 28 giugno) Radicofani ha adottato il
regolamento dellANPIL (Aree Naturali Protette dInteresse Locale) per la Val dOrcia,
approvato anche da tutti i comuni del Parco della Val dOrcia. Latto, che non
definitivo ed visionabile per trenta giorni da tutti i cittadini (presso lalbo
pretorio e lufficio segreteria dellente), sar portato nuovamente allesame del
consiglio trascorsi sessanta giorni dalla sua adozione. Questo un regolamento molto
importante afferma il sindaco di Radicofani, Andrea Bonsignori perch costituisce un
passo fondamentale per governare lintera area candidata ad entrare a far parte del
patrimonio mondiale dellumanit nel 2004 (sito dellUNESCO).


Questa area si estende per pi di sessantamila ettari di terreno ed ha un valore
ambientale unico. Occorreva uno strumento come questo che regolasse in modo uniforme
lintero ambiente. Ora tutti i cittadini dei cinque comuni del Parco della Val dOrcia
possono prendere visione del regolamento e far pervenire le proprie osservazioni che
saranno attentamente esaminate e portate in discussione (tra 60 giorni).


Il Parco della Val dOrcia unarea protetta estesa per 61.186 ettari di terreno, che
comprende quasi interamente le superfici dei cinque comuni interessati: Montalcino
(21.189 ha), Castiglione dOrcia (13.216 ha), Radicofani (10.663 ha), S. Quirico dOrcia
(4.221 ha), Pienza (11.897 ha) con la Riserva Naturale Provinciale Lucciolabella. Si
tratta di un territorio molto ampio, tagliato quasi a met dal corso del fiume Orcia,
modificato e quasi "costruito" dallopera umana, ricchissimo di monumenti e beni
artistici e storici.


Tra queste colline morbide modellate e "pitturate" non mancano vigneti e boschi (come a
Montalcino, nei dintorni di S.Quirico e Castiglione dOrcia), calanchi (specialmente a
Radicofani) e biancane (rilievi a cupola che devono la colorazione ai sali di solfato di
sodio), scarpate e versanti acclivi, fiumi (Orcia e Ombrone) e torrenti (Asso, Formane,
Serlate, Tuoma, Tresa, Rigo e Vllora) e fenomeni termali (Bagno Vignoni e Bagni San
Filippo) che rendono lambiente unico.


I comuni del Parco della Val dOrcia (affiancati dallAssessore provinciale Claudio
Galletti) con questo primo strumento, che andranno ad approvare definitivamente dopo la
fine dagosto, diventeranno un tuttuno, un amalgama tra cielo, terra ed acqua da
tutelare per il futuro, pensando allo sviluppo sostenibile di tutto lambiente.

[P.M.]

Valdorcia.it il portale informativo sul territorio della Val d'Orcia (Pienza, Montalcino, San Quirico d'Orcia, Castiglione d'Orcia e Radicofani) in provincia di Siena in Toscana
Contattaci | Privacy | Termini d'uso | Regole della community | Mappa del sito

© Montepulciano.com - P.IVA 01329000523 - Seguici su Google+