Presentato il progetto "frontiere del dialogo"

Secondo il Sindaco Bonsignori Radicofani si candida a diventare "luogo del dialogo"

Durante la presentazione ufficiale di Frontiere del Dialogo al Teatro Comunale di
Radicofani sono intervenuti: Andrea Bonsignori, Lorenzo Avanzati, Laura Fontani, Mauro
Mariotti, Gianni Resti. Riportiamo di seguito alcuni passaggi per capire le motivazioni
che hanno portato alla nascita di Frontiere del Dialogo e per analizzare la posizione di
alcuni tra i soggetti istituzionali coinvolti.


Radicofani si candida a diventare luogo del dialogo ha affermato il Sindaco Andrea
Bonsignori ma noi non volgiamo essere in competizione con i grandi centri congressuali
internazionali ma solo promuove uno stile diverso, un modo diverso di colloquiare e
confrontarsi sulle tematiche di grande rilievo, uno stile che quello tipico delle
nostre terre senesi, oggi al centro dellattenzione mondiale quale modello di vita
da esportare.


La velocit con cui si muove il resto del mondo ha proseguito Lorenzo Avanzati,
presidente della Comunit Montana dellAmiata Senese diversa da quella nostra, delle
nostre terre. Ma la nostra provincia oggi vale proprio per questo modo lento di vivere.
LOCSE (Stati Uniti) ha recentemente iniziato ha studiare la nostra provincia
come modello. Tutto questo lo dobbiamo alle scelte fatte nel tempo da amministratori e,
prima ancora, da tutti i cittadini che hanno mantenuto vive le tradizioni culturali di
questa terra sacrificandosi rimanendo qui in quei momenti di maggiori opportunit nelle
grandi realt cittadine. Occorre, tuttavia, allacciare rapporti con tutto il resto del
mondo e creare una sorta di rete di solidariet. Oggi noi abbiamo aziende, come la
Amtec (Amiata Tecnologia), che si occupa di sicurezza militare internazionale, che
impiega giovani laureati di queste zone. Questa azienda in grado di competere con il
resto del mondo. Per questo motivo la Comunit Montana, che lavora per allargarsi ai
sette comuni dellarea Amiata-Val dOrcia, promuove Frontiere del dialogo, per capire e
far capire ci che sta succedendo e cosa diventeremo con lentrata dei nuovi paesi
dallest Europa e essere capaci di continuare a fare quelle scelte che ci permettono oggi
di far valere la provincia senese nel mondo.


Il dialogo la necessit primaria per lo sviluppo del turismo ha detto Laura Fontani,
direttrice APT Amiata i turisti sulla base delle ultime ricerche - sono attratti da
queste terre per la cordialit e la spontaneit con cui sono accolti dalla gente.
questo uno dei piccoli segreti che contribuiscono a rendere unico questo territorio.
Tanti flussi turistici si sposteranno nei paesi dellEst, noi dobbiamo riuscire a
mantenere elevata la qualit dei prodotti e del territorio nel suo complesso e mantenere
i valori umani.


Il Parco della Val dOrcia ha affermato il neoeletto presidente Mauro Mariotti della
Valdorcia s.r.l. ci ha permesso di colloquiare con il mondo. Dal 1992 ad oggi (dati al
2002) nellintera area del Parco si registrato un aumento del 177%, quando nella
provincia di Siena nel suo complesso si registrato solo il 47%. Dobbiamo continuare a
trasmetter i valori di queste terre e lo possiamo fare solo confrontandoci, in questo
momento specifico, anche con quei Paesi dove a breve si svilupperanno flussi turistici a
costi bassissimi. Radicofani, con Frontiere del Dialogo si pone con uno ulteriore valore
aggiunto per le nostre terre.


I lavori sono stati conclusi da Gianni Resti, Assessore alle Culture della Provincia di
Siena, che ha sottolineato come questo progetto vada ad unirsi ad altri importanti della
nostra provincia. Dialogare fondamentale proprio in questo momento di passaggio
epocale ha detto resti - e noi forse non ce ne rendiamo conto sino in fondo. Occorre
mettere subito paletti precisi a Frontiere del Dialogo e vorrei lanciare tematiche
rilevanti da discutere qui a Radicofani: la Carta Costituzionale; gli aspetti giurino-
politici; gli aspetti culturali; gli aspetti socio economici e, non ultimo, lanalisi e
il confronto diretto tra le generazioni di tutti i Paesi europei, primi quelli entranti.
Nello specifico: capire il processo di modica nel nostro paese con lallargamento ad Est;
aiutare i Paesi dellEst a capire la democrazia perch diventi sostanziale e non
formale; aiutare i Paesi dellEst sotto il profilo socio-assistenziale in particolare le
giovani generazione aiutarle a raggiungere una formazione scolastica competitiva con il
resto dellEuropa. Radicofani deve poter riuscire a creare un ponte con tutti i Paesi
dellEst

Valdorcia.it il portale informativo sul territorio della Val d'Orcia (Pienza, Montalcino, San Quirico d'Orcia, Castiglione d'Orcia e Radicofani) in provincia di Siena in Toscana
Contattaci | Privacy | Termini d'uso | Regole della community | Mappa del sito

© Montepulciano.com - P.IVA 01329000523 - Seguici su Google+