Contignano 30 anni di Sagra del Raviolo

Gli organizzatori della Sagra del Raviolo di Contignano fanno il punto sull’edizione 2003 che ha visto giungere nel paese valdorciano amanti della cucina tipica toscana provenienti da più parti dell’Italia centrale.

Contignano ha festeggiato trenta anni di storia con la Sagra del Raviolo Franci: La
Sagra del raviolo diventata parte integrante della storia di Contignano. Dobbiamo
salvaguardare questo prodotto tipico dellarte culinaria della Val dOrcia.


Gli organizzatori della Sagra del Raviolo di Contignano fanno il punto sulledizione 2003
che ha visto giungere nel paese valdorciano amanti della cucina tipica toscana
provenienti da pi parti dellItalia centrale. La Sagra del Raviolo afferma il
vicesindaco di Radicofani, Alberto Franci - nacque trentanni fa con lintento di
valorizzare uno dei nostri prodotti pi tipici: la produzione del caseificio di
Contignano e una delle sue specialit: la ricotta. Inserita in un contesto di festa
paesana, fu deciso di proporre questo appuntamento in coincidenza con la ricorrenza del
Santo Patrono del paese: Santa Maria Assunta. I consensi sempre maggiori e un pubblico in
costante aumento, anno dopo anno, hanno fatto di questappuntamento un evento sopra ogni
nostra iniziale aspettativa tanto che oggi una delle sagre storiche pi tipiche che
si tengono in terra di Siena.


Durante questi trentanni la Sagra del Raviolo di Contignano ne ha fatta di strada.
Quelle massaie che inizialmente decisero di preparare per pochi intimi questo primo
piatto tipico, fatto a mano con prodotti freschissimi (uova di gallina, farina dei campi
valdorciani, ricotta fresca proveniente dai greggi al pascolo dei dintorni, erbette
tipiche delle crete e dei calanchi senesi) e nel tempo hanno saputo mantenere segreta la
propria ricetta seppur i ravioli con la ricotta siano un piatto elaborato da diverse
cucine italiane oggi pensano di tutelare questo prodotto tipico. Bisogna pensare
continua Franci a trovare una soluzione che possa garantire e salvaguardare la tipicit
di questo prodotto dellarte culinaria della Val dOrcia. Le donne, poi, cucinano questo
piatto solo per questa occasione, bisognerebbe pensare a Contignano come laboratorio di
cucina permanente, dove, durante tutto lanno si possa gustare le prelibatezze e le
ricette pi tipiche, in primo luogo, offrendo proprio i ravioli di Contignano in tutti
i momenti dellanno. Questo piatto, si abbina bene a vari condimenti e si pu gustare
semplicemente con lottimo olio doliva delle nostre terre o abbinare a dei vini bianchi
se condito in questo modo leggero sino allabbinamento con i vini pi corposi, quando il
condimento scelto ha sapori decisi come, per esempio, il tartufo.


Ora a festeggiare saranno proprio gli organizzatori ed i volontari che per una settimana
si sono adoperati per la buona riuscita di questevento e sabato prossimo (23 agosto) si
ritroveranno tutti insieme, questa volta per rilassansi insieme e pensare al futuro
della Sagra del Raviolo che potrebbe diventare non unica occasione dellanno ma spazio
ricorrente, se non addirittura permanente, di questo piccolo borgo medievale della
Toscana che pensa di trovare il proprio spazio anche pensando alla salvaguardia
delleconomia prevalentemente agricola e pastorizia.

[pm]

Valdorcia.it il portale informativo sul territorio della Val d'Orcia (Pienza, Montalcino, San Quirico d'Orcia, Castiglione d'Orcia e Radicofani) in provincia di Siena in Toscana
Contattaci | Privacy | Termini d'uso | Regole della community | Mappa del sito

© Montepulciano.com - P.IVA 01329000523 - Seguici su Google+